Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘networking’ Category

Spesso, sia su macchine reali che su macchine virtuali è necessario aggiungere o togliere schede di rete. Virtualizzando ad esempio una macchina reale verrà installata una scheda aggiuntiva e sparirà quella vecchia. Se non la disinstallate precedentemente voi  perchè non potete farlo o vi siete semplicemente dimenticati la scheda vecchia “scomparirà” dalla macchina virtualizzata ma rimarrà comunque nel registro annoverata tra le schede installate nel sistema con tanto di parametri di configurazione settati.

Per rimuoverla definitivamente senza mettere le mani nel Regedit si può fare così: aprite un prompt dei comandi e digitate “set devmgr_show_nonpresent_devices=1” (senza virgolette), per abilitare la visualizzazione hardware delle periferiche nascoste, dopodichè in Gestione Periferiche sarà sufficiente andare nel menu “Visualizza” e scegliere “Mostra periferiche nascoste”. Una volta indivduato l’hardware da rimuovere (visualizzato con un’icona leggermente più chiara), basterà selezionarlo con il tasto destro del mouse e disinstallarlo.

Annunci

Read Full Post »

Mi è capitato recentemente di dover impostare un server NTP (Network Time Protocol) esterno su un controllore di dominio Windows Server 2008. Era necessario che la macchina fosse perfettamente sincronizzata con l’ora dato che altri server con registrazioni di dati particolarmente importanti facevano riferimento ad essa per salvare di volta in volta i record in un database.

Quando ci si trova di fronte ad un controllore di dominio c’è una procedura particolare a cui attenersi che richiede la configurazione del registro di sistema della macchina. Ecco i passaggid da fare affinchè Windows si appoggi ad un server NTP esterno per avere sempre l’ora esatta. In rosso i dati che ho usato io:

  1. Cambiare il tipo di server in NTP. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
    1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare regedit, quindi scegliere OK.
    2. Individuare e selezionare la seguente sottochiave del Registro di sistema:
      HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\W32Time\Parameters\Type
    3. Nel riquadro destro fare clic con il pulsante destro del mouse su Type, quindi scegliere Modifica.
    4. In Modifica valore, digitare NTP nella casella Dati valore, quindi scegliere OK.
  2. Impostare AnnounceFlags su 5. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
    1. Individuare e selezionare la seguente sottochiave del Registro di sistema:
      HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\W32Time\Config\AnnounceFlags
    2. Nel riquadro destro fare clic con il pulsante destro del mouse su AnnounceFlags, quindi scegliere Modifica.
    3. In Modifica valore DWORD, digitare 5 nella casella Dati valore, quindi scegliere OK.
  3. Abilitare NTPServer. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
    1. Individuare e selezionare la seguente sottochiave del Registro di sistema:
      HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\W32Time\TimeProviders\NtpServer
    2. Nel riquadro destro fare clic con il pulsante destro del mouse su Enabled, quindi scegliere Modifica.
    3. In Modifica valore DWORD, digitare 1 nella casella Dati valore, quindi scegliere OK.
  4. Specificare le origini ora. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
    1. Individuare e selezionare la seguente sottochiave del Registro di sistema:
      HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\W32Time\Parameters\NtpServer
    2. Nel riquadro destro fare clic con il pulsante destro del mouse su NtpServer, quindi scegliere Modifica.
    3. In Modifica valore digitare Peers (io ad esempio ho inserito l’IP 193.204.114.232 del GARR. Altri li potete trovare qui) nella casella Dati valore, quindi scegliere OK.Nota Peers è un segnaposto per un elenco di peer delimitato da spazi da cui il computer ottiene i time stamp. Ogni nome DNS elencato deve essere univoco. È necessario aggiungere ,0x1 alla fine di ogni nome DNS. Se non si aggiunge ,0x1 alla fine di ogni nome DNS, le modifiche apportate nel passaggio 5 non avranno effetto.
  5. Selezionare l’intervallo di polling. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
    1. Individuare e selezionare la seguente sottochiave del Registro di sistema:
      HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\W32Time\TimeProviders\NtpClient\SpecialPollInterval
    2. Nel riquadro destro fare clic con il pulsante destro del mouse su SpecialPollInterval, quindi scegliere Modifica.
    3. In Modifica valore DWORD digitare Tempoinsecondi nella casella Dati valore, quindi scegliere OK.Nota Tempoinsecondi è un segnaposto per il numero di secondi desiderato tra ogni polling. Si consiglia di impostare 900 Decimale. Questo valore consente di configurare il server di riferimento ora in modo che venga eseguito il polling ogni 15 minuti.
  6. Configurare le impostazioni di correzione ora. Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:
    1. Individuare e selezionare la seguente sottochiave del Registro di sistema:
      HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\W32Time\Config\MaxPosPhaseCorrection
    2. Nel riquadro destro fare clic con il pulsante destro del mouse su MaxPosPhaseCorrection, quindi scegliere Modifica.
    3. Nella finestra di dialogo Modifica valore DWORD selezionare Decimale nella casella Base.
    4. In Modifica valore DWORD digitare Tempoinsecondi nella casella Dati valore, quindi scegliere OK.Nota Tempoinsecondi è un segnaposto per un valore ragionevole, quale 1 ora (3600) o 30 minuti (1800). Il valore selezionato dipenderà dall’intervallo di polling, dalla condizione della rete e dall’origine ora esterna.
    5. Individuare e selezionare la seguente sottochiave del Registro di sistema: HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\W32Time\Config\MaxNegPhaseCorrection
    6. Nel riquadro destro fare clic con il pulsante destro del mouse su MaxNegPhaseCorrection, quindi scegliere Modifica.
    7. Nella finestra di dialogo Modifica valore DWORD selezionare Decimale nella casella Base.
    8. In Modifica valore DWORD digitare Tempoinsecondi nella casella Dati valore, quindi scegliere OK.Nota Tempoinsecondi è un segnaposto per un valore ragionevole, quale 1 ora (3600) o 30 minuti (1800). Il valore selezionato dipenderà dall’intervallo di polling, dalla condizione della rete e dall’origine ora esterna.
  7. Chiudere l’editor del Registro di sistema.
  8. Al prompt dei comandi digitare il seguente comando per riavviare il servizio Ora di Windows, quindi premere INVIO:
    net stop w32time && net start w32time

Da ultimo, se necessario, ricordarsi di aprire sul proprio firewall tra le regole in uscita la porta 123 UDP per permettere al server di conttatare il servizio NTP. Tutto l’articolo Microsoft di riferimento per l’articolo lo trovate a questo indirizzo.

Read Full Post »

Link utilissimo per la configurazione di router ADSL di proprietà con linea Telecom ADSL Business. Grazie ad Andrea Beggi che condivide con gli altri quello che il mondo ti vuole tenere segreto.

Con questo post si apre la categoria “Appunti d’altri”, dove mi diletto a “rubare” gli appunti interessanti e utili che trovo in giro.

Read Full Post »

Wireshark

Fantastico e più che completo programma per lo sniffing di rete, nato dal già ottimo Ethereal, Wireshark ci permette di analizzare eventuali problemi di rete, studiarne il funzionamento a scopo didattico o più semplicemente divertirsi in qualche forma di hacking. Il programma ha un’interfaccia ben fatta, intuitiva e permette di rilevare e salvare in un log tutto il traffico della rete in ascolto nei vari layer di cui è costituita: dal VoIP (dove e’ possibile riascoltare il flusso multimediale della telefonata con la funzione Player…) al broadcast NLB Microsoft, dalle richieste ARP allo scambio di mail tra i vostri colleghi (quelle in chiaro, ovvio…).

Ottima e di facile utilizzo anche la parte di analisi del traffico registrato. Nella schermata principale vengono raccolti in righe di diverso colore tutti i protocolli e le chiamate effettuate e giocando con i filitri è possibile scremare l’ampia mole di dati secondo necessità.

Ciliegina sulla torta: Wireshark è opensource. E questa è sempre una bella cosa.

Download Wireshark

Wiki Wireshark

Read Full Post »